Piano cottura non rimane acceso

Cosa fare quando il piano cottura non rimane acceso? Leggi questo articolo, per riparare il tuo piano di cottura e risolvere il problema da solo, senza chiamare un tecnico.

Di seguito, ti lasciamo i link dei due pezzi di ricambio che ti occorrono per eseguire questa riparazione.
Devi sapere che, se la fiamma non rimane accessa o se si spegne poco dopo che l'hai accesa, il problema potrebbe essere causato dalla termocoppia guasta, dal magnete (bobina) oppure da entrambi i componenti.

La termocoppia del piano cottura è un dispositivo che blocca la fuoriuscita del gas, nel caso in cui la fiamma non sia accesa o viene spenta accidentalmente durante la cottura.
Un esempio, se, durante la cottura, la fiamma viene spenta dall'acqua fuoriuscita da una pentola, la termocoppia lo rileverà. Quindi, non farà uscire il gas, anche se il rubinetto del gas è aperto.

Vediamo insieme come sostituire la termocoppia, quando il piano cottura non rimane acceso.
Prima di iniziare, però, assicurati di avere scollegato il piano cottura dalla presa di corrente e di aver chiuso il rubinetto del gas. Fatto questo, puoi togliere tutte le manopole, tirandole verso l'alto. Poi, se ci sono e se si possono togliere, leva anche le guarnizioni.
toglie le manopole e le guarnizioni del piano di cottura
Togli le griglie, gli spartifiamma e i cappelli. Adesso, con un cacciavite torx o a croce (dipende dal modello del piano cottura), svita tutte le viti che fissano la lamiera sopra ai bruciatori.
Il numero delle viti varia in base al modello, possono essercene anche quattro sopra ogni bruciatore.
Prima di provare a svitare le viti, ti consigliamo di trattarle con dello Svitol perché potrebbero essere bloccate e rischieresti di spanarle.
viti bruciatori del piano di cottura
Con l'aiuto di un cacciavite a taglio o servendoti di una pinza, rimuovi eventuali tappini di plastica dalla lamiera.
In alcuni modelli a cinque fuochi, i tappini possono essere nascosti dietro, nel profilo vicino al muro.
tappini del piano di cottura
A questo punto, stacca la lamiera, sollevando la parte posteriore e, poi, sfilandola dalla parte anteriore.
Ora possiamo finalmente sostituire la termpocoppia.
Con un pappagallo o con una pinza, tira il bulbo della termocoppia per estrarlo.
Alcuni marche di elettrodomestici fissano il bulbo al bruciatore con dei fermi nascosti.
bulbo termocoppia del piano di cottura
Adesso, estrai l'altra estremità della termocoppia che è incastrata nel rubinetto.
termocoppia del piano di cottura
Bene, ora che hai tolto la vecchia termocoppia, puoi montare quella nuova. Per farlo, incastra il bulbo nell'apposita sede del bruciatore e, poi, inserisci l'altra estremità nel rubinetto.
Se il problema non è stato risolto, significa che il magnete (bobina), posto all'interno del rubinetto, è guasto e dovrai sostituirlo.
Per farlo, stacca l'estremità della termocoppia che vi è attacata. Poi, utilizzando una chiave inglese del 14, svita con forza il cappuccio del rubinetto per sbloccarlo.
Una volta che l'hai sbloccato, svitalo completamente a mano.
magnete del piano di cottura
Ora, puoi estrarre il magnete.
Quando lo sostituisci, controlla che ci sia la piccola guarnizione (vedi foto sotto) perché, se manca, uscirà il gas. E, oltre a essere molto pericolo, il piano di cottura non funzionerà correttamente.
guarnizione del magnete del piano di cottura
Adesso, puoi sostituire il magnete danneggiato con quello nuovo.

Ti ricordiamo che, a fine articolo, trovi il video tutorial super dettagliato, realizzato da un nostro tecnico specializzato nella riparazione degli elettrodomestici.

Il piano cottura non rimane acceso - altre possibili cause

spartifiamma e cappello usurati.
Se gli spartifiamma e i cappelli sono molto usurati, la fiamma potrebbe non uscire in maniera uniforme e, quindi, la termocoppia non verrebbe scaldata a sufficienza.
ugello parzialmente otturato.
Se l'ugello del piano cottura è semi otturato, la pressione del gas potrebbe essere ridotta e, quindi, la fiamma non è sufficiente da essere rilevata dalla termocoppia.
manopola premuta con poca forza e/o rilasciata prima del dovuto.
Ti ricordiamo che la manopola deve essere tenuta premuta per circa otto secondi.